Responsabilità civile auto e risarcimento danni non patrimoniali

Blog Ivass - Formazione ivass

Nel corso dell’intervento del Presidente Signorini all’Assemblea dell’ANIA del 15 luglio 2021 è stato affrontato sotto vari punti di vista il tema della Responsabilità civile auto, che negli anni è stato oggetto di diversi interventi normativi.

 

Il sistema bonus/malus

Nello specifico il Presidente ha individuato le criticità del sistema bonus/malus, per il quale i provvedimenti che si sono susseguiti “hanno di fatto accelerato l’obsolescenza delle attuali regole di funzionamento del sistema bonus/malus, rendendole non più idonee a fornire una misurazione attendibile del rischio della guida”.

Lo scopo è quello di “favorire prassi uniformi, eque sul piano assicurativo e rispettose dei diritti degli assicurati”. Ecco perché risulta ormai necessaria una completa revisione.

Signorini auspica un possibile “confronto sia con l’industria, sia con i consumatori, da estendere anche agli aspetti critici del funzionamento della Convenzione per il risarcimento diretto”.

Il Preventivatore pubblico

Il legislatore nel 2017 ha promosso l’utilizzo del Preventivatore pubblico.

Si tratta di un’applicazione web, che consente di confrontare i prezzi per l’assicurazione r.c. auto e delle eventuali condizioni e clausole aggiuntive offerte da tutte le compagnie assicurative che operano in Italia.

Lo strumento è già disponibile in una versione ancora sperimentale.

Occorre però attendere il Regolamento che ne disciplinerà il funzionamento, che è stato sottoposto a una consultazione con un’ampia partecipazione dell’industria e un gran numero di commenti. La messa a punto del testo sarà l’occasione per cercare di assicurare il miglior funzionamento dello strumento.

Nuove regole per il risarcimento del danno non patrimoniale

Un altro elemento su cui si è soffermato il Presidente riguarda le regole per il risarcimento del danno non patrimoniale come conseguenza “alle lesioni fisiche di maggiore entità, applicabili anche all’assicurazione della responsabilità civile sanitaria”.

Si sta attendendo l’adozione del Decreto ministeriale che introdurrà nell’ordinamento nuovi criteri per determinare il risarcimento quando l’invalidità permanente superi il 9%. A tal proposito risulta rilevante la collaborazione dell’Ivass prestata al Ministero dello Sviluppo Economico sia per la definizione della relativa tabella tecnica nazionale, sia per verificare e approfondire le “osservazioni prodotte dagli operatori di settore durante la consultazione pubblica”.

Tutto ciò aiuterebbe ad eliminare le incertezze di valutazione, comportando così:

  • una maggiore tutela dei danneggiati,
  • e di conseguenza una riduzione del contenzioso,
  • e l’abbattimento dei costi per il sistema dell’assicurazione obbligatoria.
Il blog riprenderà le sue pubblicazioni il 30 Agosto.
Auguriamo a tutti Buone Vacanze!