La consulenza finanziaria ai tempi dei social media

consulenza finanziaria

Quando si tratta di consulenza finanziaria pare strano poter utilizzare i social media per veicolare nuove abitudini di gestione del denaro alle nuove generazioni, attraverso canali quali TikTok, Instagram e Facebook.

Invece queste nuove forme di comunicazione in continua evoluzione pubblicano di tutto, anche consigli e indicazioni a carattere finanziario.

Soprattutto nel periodo di lock-down la Generazione Z è entrata nel mondo del lavoro via piattaforme, e di conseguenza ha fatto anche i primi passi nel mondo bancario e finanziario.

Gli Influencer

Attraverso le varie piattaforme giovani imprenditori, i c.d. influencer finanziari, elargiscono consigli finanziari a milioni di persone, anche grazie all’utilizzo di App con cui le giovani generazioni possono, in modo facile e immediato, gestire il proprio denaro direttamente dallo smartphone.

Ma quali sono le priorità della Generazione Z?

Occorre premettere che si tratta di generazioni attente, prudenti e costantemente alla ricerca di informazioni.

Spinte dal mondo che le circonda, sono soprattutto sensibili ai temi del cambiamento climatico, dell’uguaglianza sociale e dell’ingresso nel mondo del lavoro, percependo la difficoltà di un percorso di carriera spesso incerto e con la prospettiva amara di una pensione scarsa.

Quali abitudini finanziarie e di risparmio possono interessare alle nuove generazioni?

Sicuramente il primo pensiero è rivolto al benessere di sé e della propria famiglia, quindi investimenti e conseguenti guadagni a lungo termine.

Inoltre pensando al mondo del lavoro diventa preponderante la prospettiva di un lavoro e della gestione delle relative entrate finanziarie, e in questo caso gli investimenti sono a breve termine.

Le nuove generazioni risultano sensibili ad investimenti legati alle nuove tecnologie e al tempo stesso alla sostenibilità, alla salute e all’ambiente.

Tutto ciò gestendo i propri investimenti attraverso l’utilizzo di smartphone e tablet.